Archivi tag: essenza

Proteggere la propria integrità: forse è un illusione, forse no

Vieni qui e tocca i miei pensieri con i tuoi
sentirai che io rispetto a te
sono più fragile

Si, mi difendo sai
Ma mai da te

canta Grignani alla radio…

e ascoltando questa canzone mentre guidavo tornando a casa dal lavoro
sulla strada le luci delle auto a donar colori al buio,
non è tardissimo ma fa già buio…

sono le 18, è inverno.. fa freddo…

la guida e la musica però escludono ogni altra cosa e veicolano i miei pensieri…

bello ciò che dice perchè parla di una persona che confessa una debolezza che maschera magari sotto un aria arrogante ed aggressiva.. perchè ci sono gli arroganti e aggressivi per indole e ci sono quelli che semplicemente hanno trovato questo modo di difendersi… bello perchè
è bello rendersene conto da protagonisti oppure da vittime, è un passo in profondità..

bello ciò che dice perchè oltre alla consapevolezza di quanto scritto prima c’è la resa e la confessione verso qualcosa di evidentemente più forte dell’orgoglio verso se stessi, dello stereotipo dell’uomo che non deve chiedere mai, di quello che se piange e si emoziona allora non è vero uomo…

bello ciò che dice perchè, se veramente sincero, è un enorme dichiarazione d’amore che probabilmente non costa poco in termini di sforzo psichico e morale, è una dichiarazione di fiducia e di abbandono, allo stesso tempo
è un evidenza di valore e importanza.. è emozione, è bisogno, è sentimento.
tutto questo mi ha fatto pensare che io non potrei mai scrivere le stesse parole..

 

non è nel mio modo di vivere, di affrontare la vita… trovo quelle parole molto belle, meravigliose per certi versi nella loro possibile applicazione ma non potrei mai farle mie, non senza mentire principalmente a me stesso.

Si, perchè c’è una parte di me, che penso di definire la più profonda che io sento di difendere nel senso che ho la sensazione di metterci la volontà a custodirla, a tenerla nascosta, da sempre, da tutti… non credo sia
mancanza di fiducia nel prossimo perchè consiglierei di fare lo stesso a tutti, ma sarebbe un consiglio spassionato mai una forma di costrizione, perchè per essere valido è indispensabile che di fondo ci sia sotto la stessa filosofia.

Dicevo c’è una parte di me che difendo o almeno che mi sembra di difendere tenendola lontana da tutto e tutti..
è una parte di sfumature, è una parte di pensiero, di sensazioni.. è una parte che evolve con l’evolvere della mia vita la sua integrità e la sua purezza (almeno quello è il suo riflesso alla mia anima) è garantita soltanto se priva di contaminazioni… che poi priva non potrà mai esserlo, ma mi piace crederlo…

quella parte di me è solo mia, non l’ho mai condivisa con nessuno, ne mamma ne papà, ne nonni o zii che forse in alcuni tratti della mia vita mi son stati più vicino di chi avrebbe dovuto esserlo per status civile, ne moglie ne figli che sono i più grandi valori della mia vita ad oggi.. nemmeno a loro perchè questo è il modo migliore per poter garantire a loro il mio me stesso più vero.

Io, per alcuni aspetti, mi difendo da tutto e tutti, mi proteggo da tutto e tutti, e forse questo è il mio modo per poter dare ciò che do, per poter donare ciò che dono e per poter ricevere ciò che ricevo..

difendo le mie emozioni e i miei sentimenti, non li imprigiono ma li difendo o provo a farlo, perchè così forse non sono costretto
a reprimerli.

Non penso a grandi cose, non penso a grosse cose da nascondere e non fatelo nemmeno voi, quello che voglio dire è che penso che ognuno di noi infondo protegga parte di se, chi più chi meno.

Proteggersi a volte può equivalere a non vivere o a reprimere, liberare a volte può portare a rischio e dolore, come in ogni cosa su questo pianeta ci vuole equilibrio, non so se io ho equilibrio o meno, non ho ricette ne consigli, questo post non vuole prendere quella direzione…

ho però la sensazione che proteggere ciò che da origine ai nostri pensieri, sentimenti, azioni e riflessioni sia importante perchè è la parte più unica di noi, quella che non controlliamo ne governiamo, ma quella che a metà tra conscio e inconscio possiamo perfino far morire…

 

molti di voi qui ci hanno messo da sempre la faccia, io ce la metto da ora perchè per una volta, in questo momento nella mia vita, penso che non sia l’identità da tutelare e/o nascondere ma la nostra più vera essenza.