Archivi tag: donna

Essere Uomo – Essere Donna – Esseri Viventi

Stavo riflettendo, grazie ad un commento scambiato, sul famoso essere uomo…
e di conseguenza sull’essere donna…

su quella sorta di fattore che ti permette, nella credenza popolare, di autodefinirti
un vero uomo oppure di farti dipingere così dalle altre persone.

Spesso i canoni di questo fattore e giudizio sono ben definiti, almeno per l’universo maschile..
o forse essendo io un appartenente mi risultano più definiti rispetto a quelli del nostro universo parallelo…

Ma cosa vuol dire vero uomo??

e nei confronti o meno di un vero uomo, cosa definisce una vera donna??
Io non lo so ma, mi chiedo che senso possa avere dedicare del tempo nella ricerca di definire quello che
in qualche modo dichiara uno “standard”  a componenti variabili, verso esseri imperfetti quali siamo…
Esistono veramente persone che, non solo, credono all’appartenenza di un genere a questo tipo di standard ma che pensando ad una persona, reputa questo un elemento significativo???

perchè tra l’altro non basta la definizione di appartenenza in se, spesso tale definizione deve essere divulgata e riconosciuta da uno o più prossimi per esser considerata tale.

Vero uomo, vera donna… standard….

quante brutte cose tutte in pochi istanti…
E se invece pensassimo che siamo semplicemente tutti degli esseri viventi??

tutti uguali e diversi, tutti da scoprire

e se perdessimo il nostro tempo nella scoperta di angoli nascosti invece di perderli nella puntualizzazione di punti in comune da far notare al prossimo?
La ricchezza, secondo me, si trova nelle differenze e le differenze si trovano negli esseri viventi, tutti..
da far notare al prossimo?
La richezza, secondo me, si trova nelle differenze e le differenze si trovano negli esseri viventi, tutti..

La proprietà del pensiero

Non sono mai riuscito a spiegarmi come mai quando una persona si trova
a ragionare o analizzare un pensiero, un idea, un affermazione debba
farlo valutando anche il sesso o la categoria della persona che l’ha pronuciata.

L’idea, il pensiero, la mente non hanno sesso… non hanno paternità o maternità

il corpo ha una sessualità

la mente, l’idea, il pensiero non necessariamente e anche dovesse averla,
a priorio non può, o meglio, non dovrebbe far per noi differenza.

Addirittura, secondo me, non è nemmeno da non valutare come una questione di “solo sesso”…

Io credo che qualsiasi idea, pensiero o ideologia non sia in nessun caso nella storia
frutto di un singolo individuo… i nostri pensieri sono frutto di svariate combinazioni
che ci accadono attorno, di frasi sentite da altri, di letture scritte da altri,
di immagini della natura, di sensazioni del destino, dell’incedere del tempo e della vita
stessa… credo sia profondamente sbagliato ritenere che possa esistere un proprietario
del pensiero, dell’idea…

mi piace immaginare il pensiero, l’idea, l’espressione come un frammento di tempo che identifica
un concetto in evoluzione e mi piace immaginare che sia corretto ritenere superflua la fonte
ed eventualmente disponibili senza distinzioni i suoi frutti…

chissenefrega se una buona idea è messa a disposizione di tutti da un uomo, una donna, un
ricco, un povero, un santo o un diavolo…

l’idea è libera, il pensiero è libero e il suo effetto nel mondo dipende dall’uso che ognuno di noi
decide di farne..

eppure nella vita reale, citando Tiziano Ferro sembra che

“è assurdo pensare, ma è lecito farlo..” che non sia così…