Severità

Ieri guardando i compiti di mio figlio ho visto questo:

IMAG0061

e ho pensato che forse, a volte, sono un pò pensante e severo…

se la prima cosa che gli è venuta in mente è quella… ma non tanto quella, la cosa che mi ha fatto riflettere (sempre con il sorriso e serenità eh) è stato il punto esclamativo!!!!!

 

 

 

32 pensieri riguardo “Severità”

    1. infatti, diciamo che lo scambio dei ruoli ogni tanto può servire a disorientare e quindi tenere alta la tensione… :).

      Si, penso sia complicatissimo non farli entrambi ma farli con il giusto equilibrio… cosa da veri “esseri umani tipo”

      "Mi piace"

      1. L ‘idea di tenere alta la tensione… È bellissima!
        … Ti assicuro che essere , per forza di cose, quella che fa la buffona, fa le coccole, consola, riprende e sgrida… Non è semplice… E a volte penso non sia neanche salutare 😉

        Piace a 1 persona

      2. non mi servono assicurazioni, penso di poterlo immaginare senza troppa difficoltà… non può essere salutare perchè manca lo specchio e sopratutto la concessione di tempo per te… per riposo relax o qualsiasi altra cosa..

        "Mi piace"

      3. … però una cosa sull’essere severi la sto imparando : è faticoso e fastidioso, a volte, fare il poliziotto “cattivo”… ma è anche grazie a quel modo che si sentono rassicurati…

        Piace a 1 persona

      4. si, è vero, è fastidioso e faticoso… condivido perfettamente… poi magari quando sei in un luogo pubblico con altri genitori e altri bambini ti rendi conto che sono sforzi che vale la pena fare.. anche se a volte ti stanca o arriva anche a farti un pò male…

        "Mi piace"

      5. … sì, fa male…. e i peggiori nemici sono i sensi di colpa che rischiano di infilarsi tra le fessure… alla fine nulla è totalmente indolore e senza sforzi… fa parte del gioco anche questo 🙂

        Piace a 1 persona

  1. Indizi
    Innanzitutto non c’è scritto “Stai Zitto” (al singolare).
    Questo significa che tu alzi la voce (il punto esclamativo lo sta a significare) con entrambi.
    Inoltre, venendo dopo la “Buona Notte” materna, potrebbe star a significare che i due bimbi dormono in camera insieme ma prima di prender sonno iniziano a chiaccherare.

    In definitiva: va bene così.

    K!

    Piace a 1 persona

  2. Mi hai fatto venire in mente un tema in cui scrivevo che mio padre era la persona più buona, poichè mi portava le cioccolate quando tornava dal lavoro, mentre mamma era quella più severa, poichè dedita spesso alle cure del fratellino più piccolo.
    A distanza di anni mi sono resa conto che i bambini si legano a ciò che è buono ai loro occhi, trascurando (per mancanza di esperienza) ciò che è giusto. Mia madre era sempre nervosa e non mi dedicava una carezza per il semplice motivo che, essendo completamente sola e con un marito che lavorava tutto il giorno a parecchi chilometri da casa, doveva gestire un neonato e una bimba di quattro anni gelosa. Difficile mantenere la calma, difficile essere brava e generosa. Non riesco ad esserlo io dopo un paio di ore assieme a mia nipote, che davvero alle volte diventa ingestibile, figuriamoci tutti i santi giorni.

    Piace a 1 persona

    1. tutto stramaledettamente vero… diverse volte ho preso i miei figli da parte e gli ho detto di fare attenzione perchè anche se sembra che le persone che gli vogliono più bene sono quelle che gli dicono sempre di si, che gli fanno fare ciò che altri proibiscono, che gli danno tutto ciò che vogliono… non si compra mai il bene… tutte le concessioni sono investimenti anche se a volte involontari…. riuscire a stare al fianco di una persona nei momenti difficili senza invaderla, osservare se cade e aspettare che si rialzi, abituarla ad affrontare problemi e sofferenze, sono dei gesti d’amore che non si capiscono ma che a differenza di altri rimangono per sempre come doni senza tempo… sono concetti molto complicati per i bambini ma io penso che sia bene lasciare loro i semini per poter, quando sarà il momento, metterli in grado di capire da dove e perchè esiste quella pianta…

      Piace a 1 persona

      1. Esattamente. La mia paura più grande è che se un giorno avrò dei figli, per come sono fatta io, troppo realista, troppo fredda, non sarò capace di strabordare d’affetto, per il solo fatto che, crescendo in un certo modo, da ragazza responsabile, ho una visione di vita completamente diversa da chi invece vizia i propri figli!

        Piace a 1 persona

      2. io penso che loro contribuiscano a modificare quel lato nella misura in cui serve modificarlo… non si può spiegare ne trattare scientificamente però quando guardi una creatura che è tuo figlio, ciò che era di te non sarà mai più la stessa cosa..

        Piace a 1 persona

    1. mi hai fatto venire in mente che io da piccolo rimproveravo i miei di essere troppo buoni con me e di non aiutarmi così a capire quando sbagliavo veramente… deve essermi rimasta impressa, scolpita, questa situazione…

      "Mi piace"

  3. Penso che il mestiere dei genitori sia quello più difficile al mondo.
    Grossomodo si cresce insieme a loro e tanto insegnano, anche.
    Mi pare che non manchi d’attenzione se un punto esclamativo ti porta a riflettere e, questo … è molto positivo.

    Buon cammino ad entrambi
    Ciao
    .marta

    Piace a 1 persona

  4. Sulla severità si apre un mondo, severi che vuol dire? Mio papà mi consentiva tanto ma quando mi dava un limite (con tanto di motivazione) sapevo che non andava oltrepassato. Punto. Ho sempre amato questo suo modo di fare, ed il rapporto che ha saputo costruire con me…questa frase che scrive tuo figlio racchiude di tutto un po’: il comando, la consapevolezza di doverlo eseguire, ma anche di accettarlo di buon grado (!) Forse perché sanno che gli viene dato al momento opportuno.

    Piace a 1 persona

    1. concordo, io mi rapporto al termine severità con assoluto senso positivo e propopositivo, non certo con negatività… allo stesso modo penso non esista una scala e un metodo, la questione non può non esser soggettiva… io sono cresciuto probabilmente in un modo molto simile a te, anche se non per volontà dei miei genitori… i limiti me li imponeva la vita o qualcosa dal mio profondo… sono stato molto libero ma non ho mai giocato su questo, in modo stupido diciamo… o forse rarissime volte..

      onestamente non so bene cosa ci sia dietro la frase che ha scritto mio figlio, posso fare delle ipotesi, ma preferisco tenerla li e lasciare che il tempo, eventualmente, risponda… cogliendo i fatti che il futuro mi porterà davanti… 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...