Eroi ed Eroismi

Sapete una cosa??

Gli eroi non esistono!!!

Gli eroi sono cose da cartoni animati o da FANTA-scienza… ed è li che dovrebbero sempre stare.

Io non sopporto gli eroi, specie quando eroi poi non sono.
Non tollero gli eroismi, gli atti eroici o forse….

…forse…

..forse non tollero quelli che definiscono così persone e gesta.

Non capisco perché dobbiamo credere e ancor peggio accettare questa mitizzazione di esseri umani e di gesta umane.

Tralasciando la mitologia, molto spesso giornali e media parlano di eroi e di eroismi, ovviamente secondo il mio punto di vista, dannatamente a sproposito…

Quelle persone che compiono gesta e scelte che vengono definite eroiche sono semplicemente persone, forse sono persone migliori, sono grandi uomini e grandi donne ma non sono eroi!!!

Un essere umano che antepone certi valori ad altri aspetti, antepone il rispetto per la vita in ogni sua forma è semplicemente un essere umano degno.

Non mi piace il termine Eroe perché mi sembra che crei una distanza tra la noi e loro, cioè tra la popolazione, l’essere umano e queste figure che però sono pur sempre esseri umani come noi.

Chi mette a rischio o sacrifica parte o tutta la sua vita per una causa comune, o per una causa legata al prossimo è una persona che ha fatto una scelta, fatta secondo il suo buon senso, il suo istinto, i suoi valori… non c’è eroismo in questo c’è ragione, sentimento, amore, vita.

Una persona che si getta in un fiume per tentare di salvare un’altra persona che si trova in difficoltà o un cane, gatto o altro animale non è un eroe è un essere umano!!! Un essere umano come noi!
Al pari di chi sceglie di fare il pompiere, il medico, o il missionario… potenzialmente il giornalista, potenzialmente l’avvocato, potenzialmente il politico, potenzialmente l’insegnante e altri che sicuramente dimentico…. Potenzialmente perché il potenziale è ostacolato dal denaro, potere e retribuzione.

Ma sempre restando sul potenziale anche chi non sceglie nulla di tutto questo fa parte dello stesso gruppo di persone e ha le stesse possibilità di esser considerato degno o eroe se proprio volete chiamarlo così.

Quello che voglio dire con tutto sto discorso è che mi piacerebbe che non si pensasse agli eroi e agli eroismi come a qualcosa di distante da noi, di irraggiungibile, di magico, di coraggioso…perché non è così… non c’è coraggio, ci sono i valori, il rispetto e l’umanità… sono loro che comandano una scelta piuttosto che un’altra… ma soprattutto penso che ognuno di noi dovrebbe e potrebbe ambire ad essere una persona migliore spingendosi nella direzione di quelli che comunemente chiamiamo eroi ma che in fondo sono semplicemente persone…..

….come noi…..

Annunci

6 pensieri riguardo “Eroi ed Eroismi”

  1. Ciao Erik.
    Beh, gli atti di ‘eroismo’ esistono, benché siano compiuti come dici giustamente te da persone assolutamente ‘normali’.
    Però sono atti che secondo me vanno sottolineati, applauditi e posti come esempio per tutti, magari perché in futuro possano essere imitati da ognuno di noi in condizioni analoghe. Sarebbe errato non parlarne senza la giusta enfasi.
    Però, come te, preferisco la definizione di ‘atto eroico’ piuttosto che di ‘eroe’, che appunto a livello di immaginario collettivo associamo più facilmente a personaggi dei fumetti che a persone reali come siamo io e te.

    Kikkakonekka

    Mi piace

    1. Mettiamola così:

      Qual’è il contrario di eroe???

      Quando avviene una barbaria, chessò una violenza o una vigliaccheria l’atteggiamento dell’organo di informazione è generalmente neutrale… quali sono gli aggettivi che vengono attribuiti a chi violenta una donna, abbandona un cane per la strada, picchia un bambino, maltratta un animale???

      se ci fai caso, generalmente non ci sono… raccontano il fatto e lasciano a noi l’enfasi…

      concordo con te che certi gesti che io preferisco chiamare “etici, civili, nobili” piuttosto che “eroici” debbano provocare enfasi in chi li affronta o in chi ne vive o legge o ascolta il racconto..

      ma ho l’impressione che l’enfasi di cui parli e l’associarla al fatto ecezzionale, sia o almeno abbia l’effetto opposto…cioè quello di creare distanza.. di allontanarci dalla possibile ripetizione di tale gesto….

      se ci fai caso, il gesto eroico è generalmente un trafiletto di cui si parla per un solo giorno, la barbaria è il titolo d’apertura di cui si parla per giorni, settimane o adirittura mesi..

      a volte mi viene da pensare che ci sia veramente uno schema matematico/psicologico dietro…

      Mi piace

    1. ma d’istinto cado nel tuo stesso ovvio, cadendo però ho la sensazione di esser invitato, trascinato ed accompagnato nella caduta… sensazione che non mi piace e alla quale per istinto reagisco cercando di sfuggirne… (anche magari solo convincendomi di poterlo fare).

      Mi piace

    1. più che si nascondono non si ritengono tali e forse nemmeno sanno di essere Uomini con la U maiuscola e Donne con la D maiuscola.. che credo possa esser già una gran cosa e una vera soddisfazione personale..

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...